respiro

Cogito ergo sum, letteralmente penso dunque sono

è la formula con cui Cartesio esprime ciò che l'uomo ha di se stesso in quanto soggetto pensante.

Respiro quindi sono vivo o sono vivo quindi respiro?

Cosa accade se non respiro già lo so, nonostante questo è raro portare attenzione al proprio respiro; lo facciamo di solito in attività sportive o su richiesta esterna.  Eppure è il modo più naturale e il più semplice, il "più" immediato per tornare al corpo, ma l'attenzione all'atto raramente c'è.

Ascoltare il tuo respiro ti dice tutto di quello che ti sta accadendo adesso, ti mette immediatamente in contatto con l'UNO che sei. Il tuo tempo di vivere è adesso, comunque sia e qualunque cosa ti appaia insormontabile, e allora entra in contatto con te e ascoltati.

Il rebirthing, non è solo una tecnica, è anche una filosofia, un modo di incontrare la vita più connesso. Comunque ogni tecnica di respiro è utile per entrare in contatto con il proprio corpo, veicolo animato in questo spazio e in questo tempo, pertanto fondamentale averne cura!

Puoi partecipare ad incontri di gruppo a tema o scegliere un percorso individuale, e attraverso il respiro sciogliere blocchi, abbandonare definitivamente vecchie abitudini delle quali a volte ti chiedi da dove vengano.

Gli incontri di gruppo e le sessioni individuali sono con Giovanni Licandro

Per prenotare o per ricevere informazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o compila la form a questo link.